Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

IUniScuoLa Lombardia: Via Olona n.19-20123 Milano
info 3883642614



sabato 23 luglio 2011

Alcol e droghe, 4 azioni per la lotta a dipendenzeAlcol e droghe, 4 azioni per la lotta a dipendenze


L'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale, Giulio Boscagli
Ecco il comunicato: Coordinamento multilivello degli interventi e della programmazione intersettoriale, estensione dell'impatto delle azioni di prevenzione, coinvolgimento attivo dei cittadini nelle iniziative della Rete regionale di Prevenzione, sviluppo delle competenze di professionisti e amministratori locali.

Sono questi i quattro assi che caratterizzano le indicazioni operative 2011-2012 elaborate da Regione Lombardia per l'attuazione delle azioni di prevenzione del consumo di sostanze che provocano dipendenza come droghe e alcol.

La strategia che Regione Lombardia intende promuovere - contenuta in una delibera approvata dalla Giunta su proposta dell'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Giulio Boscagli - recepisce i principi del Piano d'Azione Ue in materia di lotta alla droga 2009-2012, le disposizioni del Piano Socio-Sanitario Lombardo 2010-2014, che enfatizza l'impegno nel contrasto al diffondersi di atteggiamenti di tolleranza verso l'uso di droghe, e i provvedimenti approvati su questa materia dalla Giunta regionale negli ultimi quattro anni.

Tra questi, l'ultimo in ordine di tempo, inserisce anche una serie di azioni di prevenzione tra gli obiettivi assegnati ai Direttori Generali delle ASL e della Aziende Ospedaliere.

"L'attuale mercato delle droghe e delle sostanze d'abuso - spiega Boscagli - ha assunto caratteri di tipo intergenerazionale e interculturale: in Lombardia sono stati rotti i confini del disagio e dell'emarginazione perché i fenomeni oggi riguardano trasversalmente ampie fasce di popolazione".

"L'uso di sostanze cosiddette 'performanti' come la cocaina e le anfetamine - aggiunge l'assessore - risulta essere più compatibile con la vita quotidiana, anche lavorativa, e di conseguenza c'è una minore percezione del rischio. Alcune droghe come la cannabis, ad esempio, sono percepite, in particolare dalle persone più giovani, come innocue, così come accade per l'alcol".

Di qui la proposta di una strategia regionale per il contenimento e la riduzione del consumo di sostanze illegali in tutto il territorio regionale introducendo modelli di contrasto più aderenti ai nuovi bisogni.

"E' indispensabile - aggiunge Boscagli - che l'azione preventiva superi la tradizionale concezione che ne vede la progettazione e la programmazione quasi esclusivamente confinate nell'ambito del Sistema dei Servizi socio-sanitari per le Dipendenze. Al contrario, vogliamo valorizzare una varietà di risorse e di responsabilità sociali, culturali, educative, politiche, presenti in regione".

In questo quadro il Dipartimento Dipendenze assume il ruolo di nodo e snodo della rete territoriale di settore.

L'integrazione tra i Servizi dell'area consultoriale e quelli che fanno capo al Dipartimento Dipendenze diventa lo strumento per migliorare la capacità preventiva dell'intero sistema di intervento; i Piani di Zona e i Piani Integrati per la Promozione della Salute si incrociano e qualificano la loro capacità di integrarsi anche grazie alle conoscenze scientifiche e sociologiche elaborate e messe a disposizione dall'ORED (Osservatorio Regionale Dipendenze).

Il luogo tecnico a supporto dell'elaborazione delle strategie e delle partnership presenti sul territorio sarà la Rete Regionale per la Prevenzione insieme alle Reti Locali promosse da ciascuna Asl.

La Rete Regionale Prevenzione potrà contare sul lavoro del Tavolo Tecnico Regionale Prevenzione dipendenze (TTRP), su quello del Gruppo di Approfondimento Tematico (GAT), di prossimo avvio, sul rafforzamento delle interazioni previste dall'accordo di collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale e sulla sperimentazione del Modello lombardo delle Scuole che promuovono salute.

(Lombardia Notizie-Ln - Milano))

Nessun commento:

Posta un commento