Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

IUniScuoLa Lombardia: Via Olona n.19-20123 Milano
info 3883642614



mercoledì 28 luglio 2010

Regione Lombardia. 150 anni Unità d’Italia,Buscemi: "Ecco il progetto della Regione"

«Saranno coinvolte le scuole di ogni ordine e grado, con distribuzione di materiale personalizzato per elementari e superiori di I e II grado. Oltre a volumi per gli studenti saranno realizzati manuali di preparazione per gli insegnanti e materiale di supporto per percorsi didattici guidati. Per suscitare l'interesse degli alunni sono in fase di studio alcuni passatempi e giochi a carattere promozionale e didattico da realizzare e distribuire: un gioco dell'oca sulle battaglie del Risorgimento in formato cartaceo da distribuire nelle scuole, un album di figurine sui temi del Risorgimento da distribuire nelle scuole, un gioco di ruolo on line e, su applicativo per un pubblico adulto, un ulteriore gioco on line sull'identificazione dei personaggi risorgimentali»


I 150 anni dell'Unità d'Italia saranno celebrati in Lombardia con una serie di iniziative che restituiscano alle giovani generazioni il clima, lo spessore culturale, gli eventi e il significato delle battaglie storiche che hanno avuto come teatro il territorio lombardo.E' il progetto illustrato dall'assessore alla Cultura della Regione Lombardia, Massimo Buscemi, alla VII Commissione del Consiglio regionale lombardo che ne ha apprezzato obiettivi e contenuti. Sia i gruppi di maggioranza sia quelli di opposizione hanno espresso gradimento per la proposta, così come ha sottolineato la presidente della Commissione, Luciana Ruffinelli. Un via libera bipartisan che testimonia la grande qualità del progetto e delle iniziative che lo caratterizzano. "Le celebrazioni - ha commentato l'assessore Buscemi - si svolgeranno dal settembre 2010 al dicembre 2011. Vogliamo offrire un contributo originale per il 150mo anniversario dell'Unità d'Italia attraverso una serie di attività organizzate in stretta collaborazione con i Ministeri per i Beni e le Attività Culturali, della Difesa, dell'Istruzione, le Università, le Regioni Piemonte e Veneto, i Comuni e le Province"."Il coinvolgimento diretto degli studenti - ha continuato l'assessore - stimolandone la curiosità con innovativi strumenti didattici, è uno dei punti di forza del nostro progetto. La straordinaria capillarità degli eventi che lo contraddistinguono è un altro elemento qualificante, con mostre e percorsi guidati nei musei presenti sul nostro territorio, splendide realtà spesso ancora da scoprire".
Questa l'articolazione del progetto:
LA MOSTRA - In occasione della data delle celebrazioni, il 17 marzo 2011, verrà organizzata una grande mostra storico-artistico-didattica che presenterà, attraverso l'esposizione di opere d'arte, fotografie e cimeli le tappe più significative che animarono lo spirito lombardo negli anni culminanti del Risorgimento. Attraverso l'utilizzo di strumenti informatici e multimediali, diorami delle battaglie, giochi di ruolo, il visitatore sarà accompagnato in un percorso scientifico alla ricerca di personaggi, luoghi e sentimenti dell'epoca. I modelli e gli apparati multimediali della mostra confluiranno in un progetto multimediale permanente creato per consentire una conoscenza diretta e interattiva degli eventi. Il progetto didattico e informatico e i diorami, a fine mostra, saranno a disposizione delle istituzioni territoriali.In collaborazione con la Provincia di Milano verrà realizzata una sezione di approfondimento sulle figure femminili del Risorgimento lombardo presso la sede di Spazio Oberdan a Milano.Il progetto espositivo sarà collegato con le altre iniziative realizzate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Mibac), in particolare con la mostra "Vittorio Emanuele, il re galantuomo" e "Cavour e le radici del liberalismo italiano" in programma al Polo Reale di Torino nel corso del 2010/2011.
LA VALORIZZAZIONE TERRITORIALE - Il tema delle grandi battaglie del Risorgimento coinvolge 20 comuni lombardi e 7 province. Molti di questi luoghi ospitano anche piccoli musei storici in cui sono raccolti cimeli più o meno celebri. Una grande mostra realizzata a Palazzo Reale di Milano in primavera offrirà lo spunto per il collegamento ad un percorso storico più ampio che si svilupperà nei luoghi stessi e nei musei locali in cui verranno realizzati in accordo con i Comuni attività didattiche e approfondimenti.Sulla base delle esperienze europee di percorsi storici, si realizzerà un piano integrato di promozione culturale che leghi e valorizzi i percorsi con grafica e merchandising comune. Luoghi delle battaglie:
Prima Guerra di IndipendenzaMilano (cinque giornate) 18-22/3/1848Brescia (dieci giornate) 23/3-1/4/1848Castelnuovo (Bs), 11 aprile 1848Governolo (Mn), 24 aprile 1848Curtatone (Mn), 29 maggio 1848Goito (Mn) 30 maggio 1848
Seconda Guerra di IndipendenzaMontebello della battaglia (Pv), 20 maggio 1859Varese, 26 maggio 1859San Fermo (Co) 27 maggio 1859Palestro (Pv), 31 maggio 1859Turbigo (Mi), 3 giugno 1859Boffalora (Mi), 3 giugno 1859Magenta (Mi), 4 giugno 1859Melegnano (Mi), 8 giugno 1859Treponti (Bs), 15 giugno 1859Medole (Mn), 24 giugno 1859Solferino della battaglia (Mn), 24 giugno 1859 San Martino della battaglia (Mn), 24 giugno 1859La Spedizione dei MilleBergamo (i Mille) 1859-1860
Terza Guerra di IndipendenzaVezza d'Oglio (Bs), 4 luglio 1866
EDITORIA - Sarà realizzato un libro catalogo del progetto con contributi monotematici, grazie all'apporto e alla firma di illustri studiosi italiani accompagnato da un dvd con interviste e da un dvd con filmati restaurati della Cineteca Italiana. Per l'occasione è prevista la riedizione di una collana di scritti celebri di personaggi risorgimentali lombardi in formato pocket per la distribuzione e la vendita.Tutte le pubblicazioni verranno realizzate anche in formato digitale, scaricabili anche solo in parte on line.
DIDATTICA - Saranno coinvolte le scuole di ogni ordine e grado, con distribuzione di materiale personalizzato per elementari e superiori di I e II grado. Oltre a volumi per gli studenti saranno realizzati manuali di preparazione per gli insegnanti e materiale di supporto per percorsi didattici guidati. Per suscitare l'interesse degli alunni sono in fase di studio alcuni passatempi e giochi a carattere promozionale e didattico da realizzare e distribuire: un gioco dell'oca sulle battaglie del Risorgimento in formato cartaceo da distribuire nelle scuole, un album di figurine sui temi del Risorgimento da distribuire nelle scuole, un gioco di ruolo on line e, su applicativo per un pubblico adulto, un ulteriore gioco on line sull'identificazione dei personaggi risorgimentali.
EVENTI COLLATERALI: CONVEGNI E RESTAURO FILM - Nell'autunno 2010 e nella primavera 2011 verranno realizzati due convegni di approfondimento, realizzati in collaborazione con le università e gli istituti culturali lombardi coinvolti nel progetto. I convegni avranno come tema portante l'analisi politica e biografica dei grandi personaggi femminili e maschili risorgimentali lombardi e il ruolo da questi esercitato nella evoluzione politica, sociale e culturale del Paese. In collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana si propone il restauro e la valorizzazione di sette film (durata 15/30 min) appartenenti ad una serie dei primi anni del Novecento ispirati ai racconti settimanali del libro "Cuore" di De Amicis, tutti incentrati sul tema patriottico risorgimentale e dal respiro etico e valoriale sull'idea di Patria: La piccola vedetta lombarda (di Vittorio Rossi Pianelli, 1915), Valor civile (di Umberto Paradisi, 1916), Il piccolo scrivano fiorentino (Film Gloria Torino, 1915), Sangue romagnolo (di Leopoldo Carlucci, 1915), Tamburino Sardo (di Vittorio Rossi Pianelli, 1916), Dagli Appennini alle Ande (Film Gloria Torino, 1915).
(Lombardia Notizie Ln - Milano)

Nessun commento:

Posta un commento